18 giugno 2013 CAMBIA LA VITA NEL CONDOMINIO UNISCITI A NOI IN DIFESA DEI DIRITTI DEI CONDOMINI

18 giugno 2013 CAMBIA LA VITA NEL CONDOMINIO UNISCITI A NOI IN DIFESA DEI DIRITTI DEI CONDOMINI

giovedì 12 giugno 2014

Accade in un condominio della Zona 3 del Comune di Milano: gli abusi edilizi continuano... | e-participation a Milano: cittadini per una Milano partecipata?

Accade in un condominio della Zona 3 del Comune di Milano: gli abusi edilizi continuano... | e-participation a Milano: cittadini per una Milano partecipata?

Clicca sull'immagine per ingrandirla e visualizzare tutto





CAMERA DA LETTO-SOGGIORNO DESCRIZIONE ED ELENCO DEI DANNI RISCONTRATI NELL' IMMOBILE DEL RICORRENTE 

CAMERA DA LETTO MATRIMONIALE 
a causa  delle eccessive vibrazioni   dovute agli interventi effettuati sulla struttura della soletta in comunione tra il piano terra ed il primo piano per la demolizione della controsoffittatura in cannette ed intonaco sull’intradosso del soffitto al P.T.-che oltre ad avere un potere di contenimento acustico  che fungeva anche da isolamento termico si è sicuramente verificato un alleggerimento del peso gravante sul solaio creando il così ,“RITORNO DI FRECCIA”, che ha avuto ripercussioni sul pavimento in parquet di larice fissato su manganelli e provocando la sconnessione di alcuni tratti di pavimento che,sottoposti alla percussione ,risultano staccati e fessurati.

SOGGIORNO
nella  zona soggiorno corrispondente alla demolizione sottostante del  muro portante la pavimentazione costituita da ceramica  lucida 40X40 cm  è palesemente fessurata.
Altre piastrelle adiacenti al fenomeno riscontrato,seppur non fessurate risultano distaccate  dal sottofondo e,sottoposte  alla  prova di percussione suonano vuoto. 
Sempre nel locale soggiorno in corrispondenza della stessa parete di spina , in cui hanno effettuato la demolizione in breccia senza una preventiva intelaiatura con putrelle in ferro sui quattro lati  si sono verificate fessurazioni molto evidenti ed essendo la soletta divisoria costituita da  travetti in legno di abete, dette fessurazioni si sono riscontrate anche sulla parete divisoria con il confinante Sig.Galletti; fessurazioni presenti tutte in senso verticale, indice di assestamento e flessione della soletta.


CUCINA
Il locale cucina  per le medesime ragioni di cui sopra si  leggermente sconnesse le ante  degli arredi non permettendo  più una corretta chiusura.
Inoltre un’intera parete di rivestimento sopra la porta si è completamente rigonfiata e  distaccata di  di oltre un centimetro, con pericolo imminente del crollo totale del rivestimento.

BAGNO
Si è verificata una fessurazione  trasversale su tutta la superficie del pavimento e tra la vasca e lo stesso rivestimento.
CAMERETTA
Le stesse fessurazioni si sono verificate in corrispondenza tra il pavimento e lo zoccolino/parete,sotto la la libreria.

-Anche sulla spalla destra del portale in cemento di accesso all’androne si è verificata una fessurazione verticale,con molta probabilità causata durante l’inserimento delle putrelle e le relative demolizioni;
-fessure visibili  di distaccamento dello zoccolino sono presenti sempre nell’androne tra pavimento e parete verticale confinante trai  luoghi dei lavori in corso e lo stesso androne;
-oltre a fessure verticali a delimitazione del  cantonale,in  corrispondenza dell’accesso al  cortile,sul lato destro.


DESCRIZIONE DANNI NELLE PARTI COMUNI E INGRESSO

-Nell’androne al piano terra è stato realizzato un foro con carotatore e posato un tubo in PVC Special O 125 per l’estrazione forzata dell’aria del bagno; il tutto  assolutamente in netto contrasto con le norme del Regolamento d’igiene “Titolo  III°” ledendo i diritti del condominio per l’espulsione dell’aria del bagno all’interno dell’androne anziché in facciata ,dopo la richiesta dell’opportuna autorizzazione dell’assemblea condominiale.
-Nello stesso androne sono state provocate notevoli fessurazioni lungo il lato oggetto d' intervento sulle cornici ornamentali a sguscio che rastremano il soffitto con le pareti.
-E’ stata spostata una porta d’ingresso dall’androne provocando rappezzi non rifiniti a stabilitura e/o rasante.

Tanto da obbligare la tinteggiatura dell’interno androne; inoltre la porta di accesso e totalmente difforme dai restanti portoncini caposcala dell’intero condominio.
-Anche sulla spalla destra del portale in cemento di accesso all’androne si è verificata una fessurazione verticale, con molta probabilità causata durante l’intervento delle putrelle e le relative demolizioni.
-Fessure visibili di distaccamento dello zoccolino sono presenti sempre nell’androne tra pavimento e parete verticale confinante tra i luoghi dei lavori in corso e lo stesso androne;
oltre a fessure verticali a delimitazione del cantonale,in corrispondenza dell’accesso al cortile,sul lato destro.



                                                          NOTE CONCLUSIVE






Nessun commento:

Posta un commento